Home / Obiettivi

Obiettivi

Obiettivi

Per soddisfare le diverse esigenze dei principali attori beneficiari del progetto che abitano il mondo carcere, ovvero operatori penitenziari, corpo docente e detenuti adulti stranieri, l’implementazione prevede 12 azioni operative. Le prime attività, relative agli intellectual outputs O2, O3, O4, O5, sono volte a effettuare una fotografia e analisi della situazione linguistico-culturale presente all’interno degli istituti penitenziari della partnership coinvolta e rilevamento di buone pratiche realizzate) a sviluppare competenze linguistiche e professionali dei diversi destinatari selezionati.

Il progetto prevede quindi l’elaborazione di curricoli, programmi, percorsi formativi e materiali didattici per gli apprendenti, per gli operatori e per i docenti (relative agli O6, O7, O8) quali itinerari personalizzati organizzati graduati a seconda del livello di scolarizzazione e competenza degli apprendenti, oltre a linee guida operative e vademecum orientativo.

Queste azioni sono di fondamentale importanza per un’impostazione consequenziale e coerente dei corsi formativi per questi tre gruppi di destinatari. Consequenzialmente alla elaborazione delle azioni saranno elaborati strumenti di verifica delle competenze linguistico-culturali e monitoraggio quali prove di placement test per l’immissione dei detenuti nei corsi previsti (pre A1, A2 parziale); prove in itinere per monitorare i processi di apprendimento achievement test; test di proficiency sulle competenze linguistico-professionali per attestare il raggiungimento del livello-obiettivo (i.o. O9).

Nei confronti degli operatori e dei docenti saranno approntati questionari informativi per rilevare le competenze interculturali possedute e di proficiency nel campo della intercultura (operatori e insegnanti) e metodologia (insegnanti). Le azioni di erogazione e realizzazione di corsi formativi (O11, O12, ) saranno condotte in modalità blended contemporaneamente in tutti i Paesi partner così come le attività di tirocinio (O13) dei detenuti stranieri all’interno delle carceri in cui sono presenti attività lavorative interne proprie.

I percorsi formativi per gli operatori coinvolgeranno circa 500 soggetti, 100 per Paese coinvolto; quelli per insegnanti 250 circa (in totale per tutti i Paesi Partner). L’erogazione dei percorsi formativi a detenuti sarà suddivisa in: corsi di letto-scrittura per il raggiungimento di un livello A1 di 60 ore per un massimo di 50 studenti per Paese partner (250 in totale); corsi di letto-scrittura + A1 parziale (60 ore), A2 -B1 parziale (60 ore), tirocinio professionalizzante (40) per 160 ore complessive.

Chiude questa sezione l’elaborazione di un Portfolio di competenze “a misura” (O14) articolato al fine di fornire una valutazione sia integrata che specifica per il settore linguistico e professionale considerando anche che generalmente i detenuti non possiedono elevate e pregresse competenze comunicative-professionali e qualifiche professionali scolastiche. Il conseguimento del Portfolio linguistico professionale costituisce uno strumento prezioso di accoglienza, formazione, riabilitazione e riqualificazione per il detenuto straniero.

Top